Scuola: dai cortei di insegnanti e studenti slogan contro Renzi e la sua riforma.


sciopero_catania-960x456“Durante questo autunno abbiamo  fortemente palesato il nostro dissenso contro la Buona Scuola in quanto riforma che va ancora una volta a tagliare radicalmente i fondi all’istruzione e a svilire e precarizzare  sia la didattica in generale che la funzione docente e il lavoro del personale che compone la scuola italiana – spiegano i manifestanti -. Noi studenti abbiamo deciso di partecipare  a questa giornata per dimostrare che non ci facciamo ingannare così facilmente dai giochi della casta politica, sebbene i volti cambino e si ringiovaniscano le mire allo smantellamento della scuola pubblica e l’attacco alle fasce meno abbienti rimangono. Dal canto nostro noi  lavoriamo quotidianamente nelle scuole e nelle università per far crescere quella stessa determinazione che ha caratterizzato le mobilitazioni studentesche e con questo spirito siamo scesi oggi in piazza volendo dare dunque  un reale contributo studentesco alla battaglia in difesa della scuola pubblica contro la legge di stabilità 2015″. Continua a leggere “Scuola: dai cortei di insegnanti e studenti slogan contro Renzi e la sua riforma.”

Annunci

Scuola, anche a Catania e Palermo insegnanti e studenti in piazza contro la riforma


Il mondo della scuola scende in piazza per protestare contro la riforma messa in campo dal governo Renzi. Lo sciopero più massiccio di sempre. Sette i cortei in sette città : Roma, Milano, Bari, Aosta, Catania, Cagliari e Palermo i teatri della protesta contro la Buona scuola.

scuola corteo-673x505In piazza anche gli studenti, che hanno inaugurato la giornata di contestazione con un blitz notturno davanti al ministero dell’università e della ricerca (Miur). Alcuni giovani hanno esposto uno striscione davanti alla sede del ministero, in viale Trastevere a Roma, con la scritta ‘Vogliamo una scuola buona davvero’, inscenando un flash mob le cui immagini sono state poi caricate su YouTube. Continua a leggere “Scuola, anche a Catania e Palermo insegnanti e studenti in piazza contro la riforma”