Incidente alla Targa Florio: due morti, gara sospesa


Incidente alla Targa Florio: due morti, gara sospesa

Tragico incidente nel corso della seconda giornata della Targa Florio, due morti: un commissario di gara e il pilota di un’auto in gara.

targa florio incidente 2017

Sui tornanti di Piano Battaglia la Bmw Mini Cooper della coppia Gemma Amendolia – Mauro Amendolia ha sbandato travolgendo il commissario di percorso sul ciglio della strada. Annullata la prova speciale Geraci-Castelbuono. La gara al momento è sospesa. La strada era cosparsa di nevischio dopo la nevicata che si era improvvisamente verificata nelle prime ore del mattino.

Ferito invece il navigatore che è stato immediatamente soccorso e trasferito all’ospedale san Raffaele Giglio di Cefalù. L’incidente si è verificato intorno alle 12.30 a Isnello al km 10+500 in località Piano Torre.

Incidente alla Targa Florio: due morti, gara sospesa

Tragico incidente nel corso della seconda giornata della Targa Florio, due morti: un commissario di gara e il pilota di un’auto in gara.

Sui tornanti di Piano Battaglia la Bmw Mini Cooper della coppia Gemma Amendolia – Mauro Amendolia ha sbandato travolgendo il commissario di percorso sul ciglio della strada. Annullata la prova speciale Geraci-Castelbuono. La gara al momento è sospesa. La strada era cosparsa di nevischio dopo la nevicata che si era improvvisamente verificata nelle prime ore del mattino.

Ferito invece il navigatore che è stato immediatamente soccorso e trasferito all’ospedale san Raffaele Giglio di Cefalù. L’incidente si è verificato intorno alle 12.30 a Isnello al km 10+500 in località Piano Torre.

Tragedia alla Targa Florio. Due persone sono morte in seguito a un incidente: un’auto uscita di strada durante la prova speciale a Piano Battaglia ha travolto un commissario di gara, Giuseppe Laganà, immediatamente deceduto. Morto anche il pilota al volante della quattroruote. La gara è stata immediatamente sospesa.

L’auto coinvolta è la Bmw Mini Cooper della coppia formata da Mauro Amendolia e dalla figlia Giulia. L’uomo, di 53 anni, ha perso la vita, mentre la figlia 27enne è stata ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Madonna dall’Alto di Petralia Sottana (Palermo).

Cefalù in ginocchio con la stagione turistica compromessa.


Tra le strutture annerite e gli scheletri degli arredi il proprietario del ristorante “Al Giardino”, Giuseppe Mogavero, si aggira sconsolato. “Non esiste più nulla. Tutto è stato distrutto”, dice. Il “Giardino” era uno dei locali più importanti (400 posti, una grande sala) del lungomare di Cefalù dove il fuoco è arrivato dall’alto e ha devastato case, depositi, strutture e cancellato uno dei posti più rinomati della movida: il pub-discoteca “Le Vele”.

Il locale non esiste più. Le palme bruciate, le piste devastate, gli arredi anneriti. Due giovani che lavoravano qui come animatori si aggirano tra le sale divorate dalle fiamme. Continua a leggere “Cefalù in ginocchio con la stagione turistica compromessa.”

Scipione l’africano incendia la Sicilia


Caldo record in Sicilia, colpa dell’anticiclone “Scipio”: temperature sopra i 40 gradi

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si chiama Scipio l’anticiclone africano che ha avvolto la Sicilia nelle ultime ore con aria calda che sta arrivando direttamente dal deserto del Sahara. La Sicilia è la Regione più colpita in assoluto da quest’intensa ondata di calore. Basti pensare che la tempera minima registrata questa notte a Palermo è stata di 36 gradi, Trapani 31 e Ragusa 28.

La colonnina di mercurio ha toccato picchi superiori ai 45 gradi, addirittura arrivare a 47. Continua a leggere “Scipione l’africano incendia la Sicilia”

Precari a rischio a Bagheria, causa dissesto.


Bagheria, Municipio

A rischio 274 dipendenti che lavorano nei municipi di Bagheria, Caccamo, Cefalù e Monreale

Posto di lavoro a rischio per 274 precari di quattro Comuni in dissesto finanziario o che vi andranno quanto prima. Sono quelli che lavorano nei municipi di Bagheria, Caccamo, Cefalù e Monreale. Continua a leggere “Precari a rischio a Bagheria, causa dissesto.”

Comuni in dissesto, inutili i ricorsi al Tar


corte dei conti homeLa Cassazione: le amministrazioni dichiarate in rosso dalla Corte dei Conti non possono appellarsi ai giudici amministrativi. Sarà possibile ricorrere solo alla sezione unita della magistratura contabile. Nell’Isola sono già più di venti gli enti locali fuori dai parametri economici Continua a leggere “Comuni in dissesto, inutili i ricorsi al Tar”

Fisco, blitz nei luoghi di villeggiatura in Sicilia, Taormina, Cefalu’, Catania.


Maxi operazione degli ispettori dell’ Agenzia delle Entrate tra venerdì sera e le prime ore di questa mattina con un centinaio di controlli in locali, bar e stabilimenti di note località balneari, tra le quali Capri, Portofino, Portocervo. Per i locali notturni i controlli sono avvenuti in collaborazione con agenti Siae. Continua a leggere “Fisco, blitz nei luoghi di villeggiatura in Sicilia, Taormina, Cefalu’, Catania.”

Cefalù/Musei: allarme Sgarbi, chiude Mandralisca


ANSA/ TROPPI TAGLI, CHIUDE A CEFALU' MUSEO ANTONELLO DA MESSINACritico, tagli per luogo che espone capolavoro ‘Ignoto marinaio’

L’ignoranza è la madre della cattiva politica. Nell’indifferenza delle istituzioni, uno dei luoghi simbolici dell’arte siciliana, il Museo Mandralisca di Cefalù, si avvia, tra pochi giorni, a chiudere”. Lo dice Vittorio Sgarbi. ”Chiudere un museo è sempre una sconfitta – aggiunge – ma tanto più lo è se dentro vi è una delle opere più celebri e ammirate del Rinascimento italiano: il Ritratto dell’Ignoto Marinaio di Antonello da Messina. Ma non si vergogna Crocetta?”.