Paternò, inchino al boss sulle note de “Il Padrino”


L’omaggio sotto casa di un esponente del clan Santapaola. Il Questore ferma la processione per Santa Barbara a Paternò

paternò inchino alla mafia 1

Ancora un “inchino” in onore di mafiosi durante una festa patronale. Questa volta ‘l’omaggio’, dopo quello che aveva suscitato polemiche a Oppido Mamertina, in Calabria, è arrivato nel corso di una processione a Paternò, nel catanese. In centinaia per le strade stavano festeggiando la Continua a leggere “Paternò, inchino al boss sulle note de “Il Padrino””

Annunci

Gravina di Catania/Sedava clienti per derubarli


‘Massaggiatrice’ metteva psicofarmaco in latte di mandorla

Carabinieri 3-535x300

Somministrava, con del latte di mandorla, un sedativo ai suoi ‘clienti’ per derubarli, dopo essersi fatta pagare 50 euro per avere un rapporto sessuale. E’ la tecnica di una ‘massaggiatrice’ di 54 anni arrestata da carabinieri di Gravina di Catania per rapina aggravata, in esecuzione di un provvedimento del Gip. Le indagini erano state avviate dopo incendi stradali causati da due dei clienti ancora sotto l’effetto del farmaco. Militari hanno sequestrato latte di mandorla adulterato.

Scossa di terremoto a Siracusa, non si segnalano danni a cose e persone.


Scossa di terremoto a Siracusa, notte di paura per gli abitanti di tutto l’hinterland, L’epicentro è stato localizzato ad una profondità di 23 chilometri.

 terremoto-siracusa-535x300Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 è stata registrata, alle 00.27, dalla Rete sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, nel mare Ionio, al largo delle coste siracusane. L’epicentro è stato localizzato ad una profondità di 23 chilometri. L’evento è stato avvertito dalla popolazione.

In particolare la scossa è stata avvertita chiaramente a Siracusa e Augusta, ma anche a Catania, Lentini, Carlentini, Floridia, Priolo Gargallo, Mineo, Sortino, Avola e in numerose altre località. Numerose le segnalazioni anche se non si segnalano danni a cose e persone.

Nelle scorse settimane una scossa si terremoto è stata registrata al largo di Cefalù in provincia di Palermo. La scossa sismica di 2.6 della scala Richter è avvenuta a circa 45 chilometri dalla costa e a 33 chilometri di profondità. In quella occasione il movimento tellurico non è stato avvertito dalla popolazione.

Calcio Catania, Pulvirenti confessa :”Ho pagato 100mila euro a partita”.


Catania, Pulvirenti ammette gli illeciti: “Ho pagato 100mila euro a partita”. Le cinque partite dello scandalo

PULVIRENTI 2

E adesso in serie B può succedere di tutto: si preannunciano retrocessioni e penalizzazioni. Il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, ha ammesso di avere combinato cinque partite del recente torneo cadetto. Lo ha fatto nel corso dell’interrogatorio che lo ha visto come protagonista nel Tribunale della città etnea. A riferirlo è stato il procuratore Giovanni Salvi. Continua a leggere “Calcio Catania, Pulvirenti confessa :”Ho pagato 100mila euro a partita”.”

Calcio Catania, arrestati presidente e 7 dirigenti


Un terremoto sul Catania Calcio.Arrestati Pulvirenti, Cosentino e Delli Carri.

PULVIRENTI

Un’altra notizia shock fa tremare il mondo del calcio. In quel di Catania, sono stati arrestati il presidente del club Pulvirenti e altre sette dirigenti. L’accusa è di quelle pesanti: avrebbero comprato alcune gare di calcio del campionato di serie B, dove milita la squadra siciliana. Agli arresti domiciliari, oltre al presidente Pulvirenti, sono finiti il direttore generale Delli Carri, l’amministratore delegato Pablo Cosentino e altri quattro dirigenti. Sono accusati di frode sportiva. Continua a leggere “Calcio Catania, arrestati presidente e 7 dirigenti”

Scuola: dai cortei di insegnanti e studenti slogan contro Renzi e la sua riforma.


sciopero_catania-960x456“Durante questo autunno abbiamo  fortemente palesato il nostro dissenso contro la Buona Scuola in quanto riforma che va ancora una volta a tagliare radicalmente i fondi all’istruzione e a svilire e precarizzare  sia la didattica in generale che la funzione docente e il lavoro del personale che compone la scuola italiana – spiegano i manifestanti -. Noi studenti abbiamo deciso di partecipare  a questa giornata per dimostrare che non ci facciamo ingannare così facilmente dai giochi della casta politica, sebbene i volti cambino e si ringiovaniscano le mire allo smantellamento della scuola pubblica e l’attacco alle fasce meno abbienti rimangono. Dal canto nostro noi  lavoriamo quotidianamente nelle scuole e nelle università per far crescere quella stessa determinazione che ha caratterizzato le mobilitazioni studentesche e con questo spirito siamo scesi oggi in piazza volendo dare dunque  un reale contributo studentesco alla battaglia in difesa della scuola pubblica contro la legge di stabilità 2015″. Continua a leggere “Scuola: dai cortei di insegnanti e studenti slogan contro Renzi e la sua riforma.”

Scuola, anche a Catania e Palermo insegnanti e studenti in piazza contro la riforma


Il mondo della scuola scende in piazza per protestare contro la riforma messa in campo dal governo Renzi. Lo sciopero più massiccio di sempre. Sette i cortei in sette città : Roma, Milano, Bari, Aosta, Catania, Cagliari e Palermo i teatri della protesta contro la Buona scuola.

scuola corteo-673x505In piazza anche gli studenti, che hanno inaugurato la giornata di contestazione con un blitz notturno davanti al ministero dell’università e della ricerca (Miur). Alcuni giovani hanno esposto uno striscione davanti alla sede del ministero, in viale Trastevere a Roma, con la scritta ‘Vogliamo una scuola buona davvero’, inscenando un flash mob le cui immagini sono state poi caricate su YouTube. Continua a leggere “Scuola, anche a Catania e Palermo insegnanti e studenti in piazza contro la riforma”