Ars, mozione di censura a Cracolici martedì


Sarà discussa martedì in aula la mozione di censura a Cracolici.

ars_assemblea_regionale-535x300 (1)

All’Ars la conferenza dei capigruppo ha deciso di mettere in calendario la discussione sulla mozione di censura  presentata la settimana scorsa dal gruppo parlamentare del M5S, in seguito alla condanna pronunciata dalla magistratura contabile nei confronti  di Cracolici, assessore all’Agricoltura (dovrà risarcire 346 mila euro) per le cosiddette spese pazze all’Ars relative alla passata legislatura, quando lo stesso era capogruppo del Pd a palazzo dei Normanni. Continua a leggere “Ars, mozione di censura a Cracolici martedì”

Irsap , Asi e le parcelle d’oro


Fra il 2013 e il 2015 L’Irsap e i vecchi consorzi Asi che dovrebbero essere ormai solo un contenitore vuoto hanno assegnato 822 incarichi legali che sono costati alle casse pubbliche oltre 4 milioni.

irsap-535x300

Salasso parcelle per Irsap e consorzi Asi
In 2 anni 4 milioni ad avvocati esterni
Dal 2013 al 2015 dati 822 incarichi. E le spese lieviteranno a cause concluse. Messina record: 232 patrocini per un milione.

Per l’esattezza, 4 milioni e 80 mila euro. Una cifra destinata a crescere perché molti dei pagamenti intestati agli avvocati arruolati sono stati registrati come acconto e dunque, a causa conclusa, scatterà il saldo di parcelle salatissime. Il tutto viaggia in una relazione riservata arrivata sul tavolo del presidente della commissione Attività produttive dell’Ars, Pippo Laccoto.

Sicilia regione:conto alla rovescia per la finanziaria


Finanziaria, corsa contro il tempo per tagliare 450 milioni: battaglia all’Ars su forestali ed enti

ars_assemblea_regionale-535x300

Partirà oggi la maratona in commissione Bilancio all’Ars per approvare la Finanziaria che venerdì a mezzogiorno dovrebbe arrivare in Aula. Obiettivo difficile da raggiungere perché sono stati presentati circa 1.600 emendamenti, cioè proposte di modifica a una manovra che contiene tagli e togli che dovrebbero portare a 450 milioni di euro di risparmi. Continua a leggere “Sicilia regione:conto alla rovescia per la finanziaria”

Sicilia/ Regione con casse a secco, 2000 imprese a rischio


2000 imprese sono in attesa dei fondi. Servirebbero 50 milioni per smaltire le richieste di finanziamento già autorizzate.

impresa-535x300

I più sfortunati attendono da 14 mesi. Sono almeno duemila gli imprenditori siciliani che hanno chiesto alla Crias un finanziamento e, pur avendo ricevuto la notifica del via libera, non hanno ancora incassato un solo euro. Servirebbero 50 milioni per smaltire le richieste già autorizzate ma soldi in cassa non ce ne sono più. È la lenta agonia della Cassa regionale per il credito alle imprese artigiane, che sta travolgendo soprattutto piccole e medie aziende. Continua a leggere “Sicilia/ Regione con casse a secco, 2000 imprese a rischio”

La Regione rinuncia a difendere la cosiddetta riforma dell’acqua pubblica


La Regione rinuncia a difendere la cosiddetta riforma dell’acqua pubblica. Dopo l’impugnativa da parte del governo nazionale, il termine per costituirsi davanti alla Corte Costituzionale e quindi attivare il «processo» per resistere allo stop romano è scaduto oggi. E l’assessore alle Acque e Rifiuti, Vania Contrafatto, ha confermato in commissione all’Ars che questa è la linea del governo.

Vania-Contrafatto-535x300

 

A questo punto cade definitivamente un pezzo sostanziale della riforma varata ad agosto. Non ci sono più gli articoli che avrebbero abbassato il costo dell’acqua attribuendo al governo la possibilità di fissare nuove tariffe: una norma che avrebbe creato problemi anche con l’Ue perchè la nuova tariffa non avrebbe contemplato il costo della depurazione. E infatti un provvedimento dell’assessore Contrafatto ha già da tempo confermato la validità delle vecchie tariffe. Continua a leggere “La Regione rinuncia a difendere la cosiddetta riforma dell’acqua pubblica”

Prima sentenza per le “Spese ingiustificate all’Ars”. Musotto dovrà risarcire quasi 600 mila euro


Prima sentenza per le “Spese ingiustificate all’Ars”.  Musotto dovrà risarcire quasi 600 mila euro

musotto-535x300-1454328946

I giudici della Corte dei Conti, presieduta da Luciana Savagnone, hanno condannato l’ex capogruppo dell’Mpa Francesco Musotto a risarcire la Regione di 589 mila euro per le spese ingiustificate con i fondi del  gruppo parlamentare all’Ars.

Il procedimento davanti ai giudici contabili è scattato dopo un’indagine del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo, riguardava la precedente legislatura 2008-2012.

Fra le contestazioni mosse a Musotto c’è una spesa da 4.700 euro per un banchetto a Villa Alliata del 18 ottobre 2010. La procura della Corte dei conti ha contestato all’esponente politico anche la spesa di 80 mila euro per la sede dell’Mpa in via Libertà, a Palermo, e di altri 22 mila euro per fare viaggiare in giro per la Sicilia su un’Audi A6 l’ex commissario del partito Enzo Oliva.

Tra le somme contestate anche 45 mila euro che, l’ex presidente della Provincia di Palermo, avrebbe consegnato in contanti a Raffaele Lombardo, allora leader dell’Mpa. Circostanza questa che l’ex presidente della Regione aveva negato.

Si attende a breve l’esito delle sentenze che riguardano gli altri esponenti politivi sotto accusa: l’ex capogruppo del Pd Antonello Cracolici, oggi assessore all’Agricoltura, Rudy Maira, Innocenzo Leontini, Giovambattista Bufardeci, Dino Fiorenza e Cateno De Luca

Stangata in arrivo per 24 mila forestali siciliani.


Sui forestali stangata da 40 milioni: «Aumenti contrattuali illegittimi vanno restituiti»Secondo alcune sentenze certi pagamenti erano illegittimi. In 26 mila dovranno pagare tra i mille e i cinquemila euro

forestali

Stangata in arrivo per 24 mila forestali siciliani. La Regione ha avviato il recupero delle somme pagate agli operai nel 2009 in seguito all’aumento dei contratti. Secondo una sentenza della Cassazione, però, quell’incremento è illegittimo e gli operai dovranno restituirlo. Continua a leggere “Stangata in arrivo per 24 mila forestali siciliani.”