Bagheria: le iene non mollano l’osso


In una atmosfera da assedio a fort Apache Golia delle iene è tornato all’attacco del Sindaco Patrizio Cinque, asserragliato presso l’edificio dell’Ufficio tecnico comunale.

golia-1-301x169

Intorno alle 21,30  in una atmosfera da O.K.Korral un centinaio di cittadini si è radunata attorno alla sede dell’ufficio tecnico comunale, dove si trovava il Sindaco all’interno degli uffici, e Golia delle iene all’esterno, che era intenzionato a incalzare il Sindaco sui famosi documenti, che si era impegnato a far vedere allo stesso , per smentire l’accusa di abusivismo edilizio del genitore.

Ovviamente la presenza delle telecamere delle iene in paese ha richiamato sul posto un folto numero di cittadini che, riunitisi in capannelli, dissertavano sul servizio delle iene, che ha messo i riflettori su Bagheria per i veri o presunti abusi edilizi nel territorio.

Fra gli abusi edilizi il servizio delle iene, tra l’altro, portava alla luce  che anche la palazzina dove abita la famiglia del Sindaco risulta abusiva. Nello stesso servizio, intervistato dallo stesso Golia, il sindaco si era impegnato a far vedere all’autore del servizio i documenti che dimostravano come la sua abitazione, costruita dai genitori era stata sanata e quindi non abusiva.

Il servizio delle iene ha creato un forte clamore mediatico e senza dubbio ha creato un forte imbarazzo nel Sindaco e alla sua giunta grillina, quest’ultima coinvolta anche in un abuso edilizio ancora più grave nella persona dell’assessore Tripoli, il cui abuso ci sembra (non abbiamo le carte) molto più recente e quasi certamente insanabile, e poi c’è la questine del conflitto di interessi essendo assessore in carica e a quanto pare il rudere sanato nel frattempo è diventato una villa ben più ampia, in periodo non sanabile, dati i vincoli paesagistici posti nel 90 dalla sovrintendenza sul comune di Bagheria.

E sono questi i motivi che hanno portato Golia delle iene di nuovo a Bagheria, per avere i documenti che sbugiardavano il suo servizio,  a detta del Sindaco e del suo assessore Tripoli. L’assedio delle iene (che non hanno ricevuto le risposte dovute) si è concluso con l’intervento delle forze dell’ordine, che intorno alle 23,30 sono riusciti a sgombrare la piazzetta antistante gli uffici comunali, per permettere al Sindaco asserragliato e reticente, di potere abbandonare gli uffici stessi.

Non ci sembra questo il momento di fare qualche riflessione politica in merito ma l’atmosfera che tirava dentro e fuori non ci lascia presagire niente di buono.

Per la foto ringraziamo la Voce di Bagheria.