Villafrati: un evento per ricordare Raccuglia


Salvatore Raccuglia, intellettuale poliedrico dimenticato

Il 26 gennaio 2016 nei locali della Biblioteca Comunale di Villafrati (Palazzina del Baglio Filangeri), si svolgerà un convegno dal titolo “VILLAFRATI RICORDA UN SUO FIGLIO ILLUSTRE” Cultura, Scuola, Storia e Tradizioni popolari in Salvatore Raccuglia (Villafrati 26 gennaio 1861 – Caltanissetta 27 giugno 1918).

Primo di una sere di incontri “itineranti”, il convegno del 26 gennaio intende ricostruire l’interessante vissuto di Salvatore Raccuglia,intellettuale poliedrico, scrittore affascinante, autore di numerose pubblicazioni nell’ambito della didattica, della pedagogia, della storia, della letteratura e delle tradizioni popolari isolane.

Maestro elementare a Palermo, Regio Ispettore scolastico a Reggio Calabria, Castroreale, Acireale,Termini Imerese, Agrigento, Caltanissetta, socio di diverse Accademie, compresa quella degli Zelanti e dei Dafnici di Acireale, che affonda le radici nel Seicento, Raccuglia fu anche redattore di varie riviste, prima delle quali “L’Avvenire Educativo” pubblicata dall’editore Remo Sandron di Palermo. Assiduo collaboratore dell’”Archivio delle Tradizioni Popolari Sicilane”, fondato e diretto da Giuseppe Pitrè e Salomone Marino,a sua volta l’instancabile intellettuale villafratese fondò e diresse le riviste “Akagras”(Agrigento 1912) e “Sicania” (Caltanissetta 1913), che spaziava dall’archeologia, agli usi, i costumi e le tradizioni rurali.

Ma i meriti più grandi di Salvatore Raccuglia vanno forse ricercati nel suo approccio scientifico alla ricerca storica e antropologica e nella modernità del suo rapportarsi al lavoro collegiale e a vari intellettuali con i quali ebbe modo di collaborare e talora anche polemizzare in ogni angolo della Sicilia.

Non pochi dei suoi libri furono pubblicati a Palermo, a Ragusa, ad Acireale, anche quando faceva l’ispettore scolastico altrove.

Programma dell’evento del 26 gennaio

Saluti del sindaco di Villafrati, Francesco AGNELLO

Matteo DONATO – storico  Accademia degli Zelanti e dei Dafnici di Acireale  “Raccuglia, Acireale e l’Accademia Zelantea”

Caterina SINDONI – storica della scuola e delle ist. educative Università degli Studi di Messina “Salvatore Raccuglia e la cultura pedagogica nell’Italia postunitaria”

Giuseppe DI MICELI – storico e studioso della cultura del territorio “Il “Mastro di campo” di Salvatore Raccuglia, con una divagazione storiografica”.

Philippe SAN MARCO – Geopolitico  École Normale Supérieure di Parigi “Identité, culture et territoire: un regard transalpin sur Salvatore  Raccuglia. Une recherche spatio-temporelle”.

Sergio BONAZINGA – Etnomusicologo  Università degli studi di Palermo. Dipartimento Culture e Società. “L’etnografia di Salvatore Raccuglia”

Coordina Giuseppe ODDO, studioso di cultura del territorio.

Locandina dell’evento.

Locandina raccuglia orizzontale ultimissima jpeg

Tutti i siciliani amanti della cultura siciliana sono invitati a partecipare.