Calcio Catania, arrestati presidente e 7 dirigenti


Un terremoto sul Catania Calcio.Arrestati Pulvirenti, Cosentino e Delli Carri.

PULVIRENTI

Un’altra notizia shock fa tremare il mondo del calcio. In quel di Catania, sono stati arrestati il presidente del club Pulvirenti e altre sette dirigenti. L’accusa è di quelle pesanti: avrebbero comprato alcune gare di calcio del campionato di serie B, dove milita la squadra siciliana. Agli arresti domiciliari, oltre al presidente Pulvirenti, sono finiti il direttore generale Delli Carri, l’amministratore delegato Pablo Cosentino e altri quattro dirigenti. Sono accusati di frode sportiva.

I dirigenti arrestati sono accusati, a vario titolo, di frode in competizioni sportive e truffa: avrebbero comprato le partite alterando così i risultati degli incontri della squadra etnea e l’esito stesso del campionato.

Sarebbero cinque le gare del Catania al centro dell’inchiesta su presunte partite ‘comprate’ dalla società etnea per evitare la retrocessione della squadra dalla Serie B. Al momento non sono indagati né giocatori né dirigenti di altri club, ma la Procura di Catania starebbe vagliando la posizione di alcuni di loro alla luce di intercettazioni telefoniche eseguite dalla polizia di Stato e confluite nel fascicolo. Gli unici indagati del Catania sono i tre agli arresti domiciliari: Pulvirenti, Cosentino e Delli Carri.