Sicilia/Comuni : dichiarare lo stato di calamità istituzionale


I sindaci si sono riuniti a Favara e hanno denunciato “la totale assenza della Regione” e lanciano un allarme sulle condizioni in cui operano

Leoluca_Orlando-535x300-1419333512«È giunto il momento che i nostri cittadini prendano coscienza dello stato di calamità istituzionale causato dalla totale assenza e inadeguatezza del Governo regionale che costringe noi amministratori ad una immobilità forzata e ci impedisce di portare a compimento il mandato ricevuto dai nostri elettori». Così Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia all’assemblea dei Sindaci e dei Presidenti dei Consigli comunali della provincia di Agrigento, svoltasi a Favara.

«Non siamo più disposti a ‘tirare a campare’ nella gestione dei nostri Comuni – continua Orlando – in attesa di riforme che vengono puntualmente annunciate e disattese o di  ‘leggi-manifesto’ che anzichè normare rinviano a provvedimenti successivi la regolamentazione e la risoluzione di problemi, come la gestione integrata dei rifiuti o delle acque, che incidono fortemente sulla qualità della vita dei nostri concittadini».

«Abbiamo il dovere di intervenire in maniera decisa informando i nostri cittadini – conclude il Presidente dell’Associazione dei Comuni siciliani – sulla reale situazione che caratterizza la difficile gestione dei nostri Comuni evidenziando che la crisi che sta mettendo in ginocchio gli Enti locali ormai non è più solamente finanziaria ma è prevalentemente istituzionale e crea uno stato di emergenza infinita che non siamo più disposti a tollerare”.

Un pensiero su “Sicilia/Comuni : dichiarare lo stato di calamità istituzionale

I commenti sono chiusi.