Mafia, Crocetta: “Anche all’Ars ci sono deputati eletti da Cosa nostra”


MAFIA: CROCETTA, E' DENTRO LE ISTITUZIONI

«Anche nel parlamento regionale vi sono eletti dalle cosche e non c’è consiglio comunale in Sicilia che non abbia un eletto dalla mafia. Dobbiamo avere la coscienza che il mondo politico non ha rotto con la mafia. La lotta alla mafia si fa anche arrestando Matteo Messina Denaro».

Lo ha detto questa sera il presidente della Regione Rosario Crocetta prendendo parte, a Castelvetrano, a un consiglio comunale aperto con all’ordine del giorno «Quali iniziative per la legalità e la lotta alla mafia».

«Ho sentito dire che non ci si deve sentire nè antimafia e nè mafia, io mi sento antimafia. – ha aggiunto – Non si può stare in mezzo al guado. Vivo da condannato a morte dalla mafia dal 2003. Guai a dire che la mafia con la politica non c’entra, se lo diciamo non siamo credibili agli occhi dei cittadini».

Nel corso della seduta, alla quale hanno preso parte politici nazionali, regionali e locali, il vescovo di Mazara del Vallo Domenico Mogavero e diversi altri rappresentanti di enti pubblici, tutti hanno espresso solidarietà all’imprenditrice Elena Ferraro, vittima di un tentativo di estorsione.