Salute/Tumore alla prostata, chi fa più sesso può ridurre i rischi del 18 per cento


Sesso-380x250«E’ possibile che avere molti partner sessuali femminili si traduce in una maggiore frequenza di eiaculazioni, il cui effetto protettivo contro il cancro alla prostata è stato precedentemente osservato», ipotizza Marie-Èlise ParentSalute/Tumore alla prostata, chi fa più sesso può ridurre i rischi del 18 per cento

Fare sesso con almeno 20 donne nella vita riduce significativamente il rischio di tumore alla prostata. Lo dimostra uno studio condotto presso l’Università della School of Public Health di Montreal in Canada, e pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology.

I ricercatori hanno analizzato 3.208 uomini, di questi, 1.590 avevano avuto una diagnosi di cancro alla prostata tra il 2005 e il 2009, mentre i restanti 1.618 erano esenti dalla malattia. Gli uomini che erano stati a letto con più di 20 donne nella loro vita avevano un rischio inferiore del 28% di sviluppare tutti i tipi di cancro alla prostata e un rischio inferiore del 19% di sviluppare il cancro alla prostata aggressivo, rispetto a coloro che avevano dormito con meno di 20 donne.

«E’ possibile che avere molti partner sessuali femminili si traduce in una maggiore frequenza di eiaculazioni, il cui effetto protettivo contro il cancro alla prostata è stato precedentemente osservato», ipotizza Marie-Èlise Parent, coautore dello studio.

Alcuni studi hanno suggerito, infatti, che più un uomo eiacula, più basse sono le concentrazioni di sostanze che provocano il cancro nel suo liquido prostatico. Altri studi hanno indicato che una maggiore frequenza di eiaculazioni può anche ridurre la produzione di cristalloidi intraluminale della prostata, collegati a più alto rischio di cancro.