Protesta a Palermo: 400 lavoratori occupano la sede del Ciapi


A scatenare la rabbia dei lavoratori una selezione da parte della Regione

lavoro è dignità non è caritàCirca 400 lavoratori del progetto Prometeo della Formazione professionale hanno occupato la sede del Ciapi di Palermo all’Addaura nella sede del Roosevelt. A scatenare la rabbia dei lavoratori, è stata la selezione in atto in questi giorni da parte del Dipartimento regionale della Formazione che ha contattato un gruppo di operatori per l’avvio al lavoro, rispetto ai 2020 in attesa di tornare a svolgere le attività.

Secondo gli accordi stipulati con i sindacati, dovevano essere contattati subito i primi 1415 per poi avviare il resto dei lavoratori. “Quello che avevano denunciato sabato si sta verificando, tutte le soluzioni annunciate dal governo regionale sono solo imbrogli”, commenta Giovanni Migliore Responsabile Formazione per la Cisl Scuola. “Non sappiamo in quanti verranno chiamati ancora, come accade sempre, la Regione disattende gli accordi con i sindacati. Così i lavoratori continuano a vivere senza sostegno al reddito e senza certezze sul lavoro. Gli operatori del progetto Prometeo attendono già da 10 mesi, non si muoveranno da qui fino a che non avranno certezze di riprendere le attività a breve. Si sblocchi questa vertenza insieme a quella di tutti gli altri progetti e settori della Formazione”.