???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

«A giorni uscirà il nuovo bando “Piano Giovani” che salvaguarderà gli apparentamenti evitando contenziosi. Nel bando precedente ci sono stati errori madornali sul fronte informatico e organizzativo». Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, incontrando i giornalisti a palazzo d’Orleans, a Palermo.

«I tirocini del 5 agosto, già assegnati – ha ribadito il governatore -, saranno annullati mentre quelli del 14 luglio, invece, sono già stati considerati regolari. Il nuovo bando conterrà duemila posti di cui 1.400 nuovi per permettere anche agli esclusi dello scorso 5 agosto di partecipare». A proposito del bando pubblicato lo scorso 18 agosto dall’ex dirigente generale della Formazione, Anna Rosa Corsello, Crocetta ha aggiunto: «È stato contestato dal Ministero del Lavoro che ne chiede la revoca, pena la perdita dei fondi».

Alla Corsello «ho dato molto fiducia, difendendola, secretando le sue dimissioni convinto che la questione si potesse risolvere, non l’ho più difesa dopo l’audizione in commissione Lavoro. Chi sbaglia paga», ha detto il presidente sull’ex dirigente generale della Formazione.

«Del rimpasto non mi interessa nulla. Sono disponibile a qualsiasi tipo di discussione ma non alla modifica del mio programma di Governo rivoluzionario», ha detto il governatore. «Il tema – ha aggiunto – è che mi devo prendere un assessore indicato da Crisafulli ma Crisafulli non era un indesiderabile? Allora devo prendermi in giunta il candidato di un indesiderabile?». «Non è una ricomposizione politica ma un tentativo di restaurazione ben diverso dal dare rappresentazione ad una parte del Pd in giunta».

Per quanto riguarda i Fondi UE: “Non perderemo un euro” .

«La prossima settimana faremo il punto sulla programmazione dei Fondi europei. Abbiamo ereditato ritardi spaventosi, ma non perderemo un euro. In un anno abbiamo fatto il doppio di quanto è stato realizzato dal precedente Governo», ha dichiarato Crocetta.

«Con tutto il rispetto, Orlando che chiede il commissariamento della Regione è una cariatide. Lui parla, che lascia Palermo nella spazzatura. Cominci a pulire le strade e a fare un progetto per Palermo, invece di continuare a flirtare con il vecchio sistema di potere».

Ferrovie: si passerà a  potenziare il sistema dei trasporti in Sicilia, in special modo, la rete ferroviaria razionalizzando le risorse e riorganizzando il sistema in una chiave che eviti la sovrapposizione di vettori. Questa l’idea che sta alla base degli interventi in materia di trasporto ferroviario presentati stamane a Palermo.

Sul tavolo interventi nell’area industriale di Siracusa, la linea Cefalù-Punta Raisi con stanziamenti previsti di quattrocento milioni, il completamento della direttrice Palermo-Catania, due miliardi e quattrocento milioni il lotto che comprende anche il Cis su Messina ed il completamento dell’anello ferroviario a Palermo. «Abbiamo realizzato un piano con il Ministro Barca che adesso si sta concretizzando – ha detto Crocetta -. Abbiamo inserito ulteriori tratte che puntano alla valorizzazione di Comiso. Avremo così un intercity veloce che collega un’area importante. Una valorizzazione anche per l’aeroporto che ha realizzato buone performances».