Sicilia/Regione/Sul rimpasto L’Udc minaccia di uscire dal governo.


GIANPIERO_D'ALIAL’Udc minaccia di uscire dal governo. Nel corso del primo round del vertice di maggioranza andato in scena a Palazzo d’Orleans, il presidente Crocetta avrebbe confermato l’intenzione di dare spazio in giunta a Drs e Articolo 4. Ciò provocherebbe la perdita di almeno un assessore da parte dell’Udc.

 

E il leader Gianpiero D’Alia, in attesa del nuovo incontro di stasera, va subito all’attacco: «Non mi pare che allo stato ci siano le condizioni che consentano la partecipazione dell’Udc al governo Crocetta, se si vuole snaturare l’accordo elettorale tra noi e il centrosinistra per un governo del cambiamento e delle riforme, preferendo la nascita di qualcosa di diverso che somiglia più al vecchio governo di Raffaele Lombardo. Per questo – conclude – penso sia necessario a fine settimana convocare il comitato regionale del partito e il gruppo parlamentare all’Ars, così da assumere decisioni definitive al riguardo e nell’interesse dei siciliani».

VULLO, PD, “PERICOLOSO COMMISSARIAMENTO DEL GOVERNO”.

Non è condivisibile l’idea di tenere i deputati fuori dal governo regionale. Trovo invece corretto ed anzi necessario che sui parlamentari da nominare come assessori del governo Crocetta si compiano scelte che tengano conto del passato e della credibilità di ciascuno degli eletti, poiché non c’è alcun dubbio che anche all’Ars siede chi è stato protagonista di storie non limpide, ma sarebbe un grave errore che la mancanza di coraggio nell’indicare questi per nome e cognome diventi un veto indiscriminato e sommario che finirebbe per colpire invece proprio coloro che hanno corso rischi per le scelte nette e forti in favore del recupero dei principi di legalità.

Il governo regionale con la presenza di parlamentari deve mirare a riprendere il rapporto di fiducia con i cittadini. Logiche diverse portano ad un pericoloso commissariamento dell’azione di governo di volta in volta affidato a terzi non eletti. Confido che il Presidente Crocetta vorrà dare il suo contributo alla rifondazione del rapporto di fiducia con i cittadini facendo del momento politico attuale un’occasione di ulteriore rafforzamento dell’azione del suo governo”. Lo afferma il renziano Gianfranco Vullo, deputato regionale del Partito Democratico all’Ars.