Sicilia/Ars approva la norma sulle tre città metropolitane.


crocetta_26Grazie all’accordo raggiunto dal governo Crocetta e dalla maggioranza con M5s e Ncd, l’Assemblea siciliana ha approvato la norma che istituisce le tre città metropolitane di Palermo, Catania e Messina. La norma è contenuta nel disegno di legge di riforma delle Province regionali, sostituite con i Liberi consorzi. La norma sulle città metropolitane, emendata dal Ncd col parere favorevole del governo e della commissione Affari istituzionali, prevede che il territorio delle città metropolitane “coincide con quello delle aree metropolitane individuate con decreto del presidente della Regione del 10 agosto 1995 e dei rispettivi comuni”.

L’aula deve votare gli ultimi 4 articoli del ddl che affrontano aspetti tecnici. “La riforma ha adesso i contorni di una buona riforma: dopo 68 anni abbiamo istituto i Liberi consorzi, e oggi siamo la prima regione italiana a istituire le città metropolitane, in linea con lo statuto siciliano e la costituzione – dice il capogruppo del Pd all’Ars, Baldo Gucciardi – il Pd ha avuto un ruolo determinante in questa riforma, che deve ancora essere completata con gli ultimi articoli e il voto finale. Il voto a favore di M5s e Ncd conferma che le riforme vanno condivise”.
Il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone ha rinviato a oggi, alle 16, i lavori parlamentari per l’esame degli altri articoli del ddl sulle Province.