LOMBARDO: “NO AD UNA COSTITUENTE MODERATA, MEGLIO LA FEDERAZIONE DEL TERZO POLO”


L

Il governatore della Sicilia: “Con il governo Monti sta cambiando tutto, spetta ai partiti riorganizzarsi, serve una nuova legge elettorale per avvicinare i cittadini alla politica”. Continua a leggere “LOMBARDO: “NO AD UNA COSTITUENTE MODERATA, MEGLIO LA FEDERAZIONE DEL TERZO POLO””

Annunci

PROVINCE, L’ARS RINVIA LA RIFORMA SALTA IL VOTO A RAGUSA E CALTANISSETTA


 

 

L’Assemblea regionale siciliana ha approvato una norma, proposto dalla commissione Affari istituzionali, che prevede il commissariamento dei due enti, fino al 31 marzo del 2013. In Sicilia slitta il “riassetto complessivo delle funzioni amministrative” Continua a leggere “PROVINCE, L’ARS RINVIA LA RIFORMA SALTA IL VOTO A RAGUSA E CALTANISSETTA”

LOMBARDO: “SINTONIA CON MICCICHÈ AL LAVORO PER RISTRUTTURARE LA GIUNTA”


 

 

Grande Sud potrebbe entrare a far parte del governo. Il presidente della Regione sulla mozione di sfiducia: “Chiedo che sia messa presto all’ordine del giorno” Continua a leggere “LOMBARDO: “SINTONIA CON MICCICHÈ AL LAVORO PER RISTRUTTURARE LA GIUNTA””

Comuni, levata di scudi contro la Tesoreria


English: Luigi de Magistris in Trento
Image via Wikipedia

di Sergio Luciano 

E’ rivolta, è scontro senza precedenti: da una parte gli enti locali, e soprattutto i Comuni, dall’altra il governo Monti. Che dopo cento giorni di luna di miele, dopo settimane di sviolinate mediatiche, con un’opinione pubblica talmente impaurita dall’estate dello spread da essersi risolta ad inghiottire il rospo della stangata, va a sbattere contro uno schieramento trasversale, da destra a sinistra, di insormontabili “no”: quello che appunto Continua a leggere “Comuni, levata di scudi contro la Tesoreria”

Cronache/Le assurdità del certificato antimafia


Piero Grasso
Image via Wikipedia
 
 

Di Sergio Luciano

Dunque, sei giorni fa il ministro della Giustizia Paola Severino e il Procuratore nazionale antimafia Piero Grasso hanno detto in pubblico, d’accordo tra loro, che il certificato antimafia è un tabù, che non garantisce niente e va riformato o abolito. Lo stesso procuratore di Palermo Francesco Messineo, anche se più cautamente, ha detto che “il certificato antimafia non ha dato risultati decisivi perché può essere eluso attraverso le intestazioni a prestanome, ma anche i divieti di parcheggio sono disattesi e non per questo vanno aboliti”. Continua a leggere “Cronache/Le assurdità del certificato antimafia”